5′ di lettura

Estate: tempo di partire! In vacanza con il proprio cane: dove andare e come organizzarsi? Al mare, in montagna (c’è chi ama portare il proprio cane in vacanza sulla neve!), in Abruzzo, in Toscana, in Puglia e in altre bellissime regioni italiane. Ecco qualche suggerimento utile per il benessere del cane in viaggio. Non volete anche voi ferie perfette anche per l’adorato cucciolo di casa? Tenete bene a mente queste informazioni per rendere il vostro soggiorno indimenticabile e spensierato anche per il vostro fedele amico a quattro zampe.

Più facile a dirsi che a farsi, non è vero? I cani sono animali abitudinari: amano le case, oltre agli umani che le abitano, e la routine. Nuova casa, nuovi orari e a volte alimentazione differente possono sconvolgere il loro mondo, soprattutto se sono molto abituati all’alimentazione bilanciata dei prodotti confezionati. Bastano però pochi accorgimenti per rendere questi momenti insieme assolutamente indimenticabili e felici per tutti!

Prima della vacanza con il cane, vaccinatelo!

Prima di partire fate subito fare al vostro animale una visita dal veterinario. Prima di andare in vacanza con il cane è bene infatti accertare il suo stato di salute e sottoporlo a tutte le vaccinazioni necessarie per la nostra destinazione.

Abituate il cane a stare da solo per alcuni periodi

Nonostante abbiate passato mesi insieme a causa del lockdown, un contatto troppo ravvicinato con il vostro amico peloso può essere destabilizzante, a lungo andare. Pensate alla vostra solita routine: lasciavate spesso Fido solo per andare a lavoro, a cena fuori o a fare la spesa. Non ripetete adesso lo stesso errore: concedete al vostro cane momenti di privacy o solitudine. Per i cani, infatti, sarà traumatico stare di nuovo da soli – o lontani da voi – molte ore, dopo un periodo trascorso in stretta vicinanza.
Spesso i cani soffrono del distacco post-vacanza, a volte con vere e proprie patologie comportamentali come l’ansia da separazione. Per prevenire questi problemi sarebbe meglio non alterare del tutto la normale routine cittadina quotidiana: il miglior consiglio è di lasciarli qualche ora da soli anche quando siete in vacanza. Per approfondire, scopri la nostra guida su come gestire l’ansia da separazione e il pianto del cane.

Cosa portare in vacanza con il cane

Assolutamente da non lasciare a casa: il libretto sanitario del cane, le sue ciotole, la sua coperta preferita, giochi e palline. Non dimenticate poi anche un collare: il microchip permetterà di risalire a voi nel caso si smarrisca, ma una semplice etichetta sul collare, con il nome del cane e un vostro recapito nella località di villeggiatura semplificherà il ritrovamento. Una situazione nuova potrebbe infatti destabilizzare il cucciolone. Fondamentale poi se viaggiate all’estero il passaporto del cane. A chi richiedere i documenti? Il libretto sanitario è rilasciato dal veterinario, il passaporto dal servizio veterinario della ASL.

Prima di andare in vacanza con il cane stipula un’assicurazione

Sottovalutata da molti proprietari di animali domestici, l’assicurazione per animali stipulata prima della partenza è fondamentale.

L’assicurazione per cani di base copre e rimborsa i danni di Responsabilità Civile provocati a terzi, come la morte, il ferimento o altre lesioni personali e i danni riportati dalle cose. A questa puoi unire coperture assicurative integrative. Queste includono l’assistenza sanitaria nel caso in cui l’animale abbia bisogno di cure o una consulenza legale specifica. Sottoscrivendone una potrai dunque chiedere il rimborso delle spese veterinarie, l’assistenza di esperti e potrai rivolgerti ai centri veterinari segnalati dalla compagnia scelta. Potresti anche ampliare l’offerta con il servizio di ricerca dell’animale in caso di smarrimento.

Buona estate!