5′ di lettura

Dopo esserci dedicati all’organizzazione, alla scelta del mezzo con cui viaggiare (treno, auto, aereo, nave) e dopo aver stipulato un’assicurazione per animali siamo finalmente in vacanza con il nostro cane.
Abbiamo deciso di andare a fare trekking in montagna. Come comportarsi però con il proprio cucciolo in vacanza? Ammira sereno i paesaggi maestosi e preparati pure a scalare le vette tranquillo!
Ecco alcuni consigli per una vacanza top!

Trekking con il cane: davvero divertentissimo! Se il tuo cane non è abituato alla montagna acquista per lui degli speciali “scarponcini” per proteggerne le zampe. Se hai in programma passeggiate lunghe su terreni accidentati questi stivaletti sono studiati proprio per questo. Che sia un cane di città o abituato a lunghe passeggiate nel verde, non potresti fargli regalo migliore!
Vederlo correre in campagna o in montagna è stupendo, ma, come i suoi padroni umani, il vostro cagnolone potrebbe essere un po’ fuori forma. Scegliete dunque una serie di boschi, sentieri e salite che aumentano gradualmente di difficoltà per non sfiancarlo. Altro importantissimo must è l’acqua! Assicuratevi di averne sempre almeno un lito in borsa insieme ad una ciotola pieghevole.

Una ragazza e il suo cane in vacanza in montagna mentre guardano il panorama

Come comportarsi con altri animali

Una bella vacanza in montagna è davvero un momento super stimolante per un cane. Specialmente se il vostro cane è abituato alla città, è il momento ideale per stuzzicare la sua curiosità. Attenzione se il cane corre in luoghi impervi o si avvicina agli animali che pascolano o ad altri cani. Appena si allontana troppo non esitate a richiamarlo con fermezza!

Ma il pericolo maggiore non sono gli animali di grandi dimensioni. Tra i rovi e le pietraie potrebbero infatti nascondersi vipere. Il pelo e l’indole giocherellona del cane non permettono di notare immediatamente il morso di una vipera. Tuttavia, se guaisce e scappa non perdete tempo: caricate subito il cane in auto e portatelo dal veterinario.

Controllare e pulire il pelo del cane

In mezzo al verde, il vostro amato cagnolone non può certo resistere alla tentazione di rotolarsi nell’erba. Per lui possono essere molto fastidiose le graminacee selvatiche (i forasacchi), che tenfdono ad attaccarsi al pelo, alle orecchie, al naso, negli occhi o in gola, conficcandosi nella cute. In quel caso occorre rivolgersi ad un veterinario per estrarre i forasacchi.

Come capire se il cane ha una spiga nell’orecchio? Il cane inizia a sbattere la testa e tenerla piegata di lato. Quando ha una spiga nel naso, invece, il cane emette una serie di starnuti, perdendo a volte sangue dal naso.

Se siete andati a passeggiare nell’erba alta con il vostro cucciolone, controllate, spazzolate e spruzzate antiparassitario nel suo pelo a fine giornata.